---

---
Home / Lo sapevi che / Curiosita’ e credenze popolari sul matrimonio

Curiosita’ e credenze popolari sul matrimonio

La scaramanzia, soprattutto al sud, e’ un dato da non trascurare. “Non e’ vero … ma ci credo!” Quante volte abbiamo sentito questa esclamazione. Ed e’ proprio per questo che riportiamo di seguito una serie di credenze e curiosita’ sul matrimonio, ma anche sulla sposa, facendo una precisa distinzione tra quello che sembra portare fortuna e quello che no.

PORTA MALE:

- Realizzarsi l’abito da sposa da sola

- Dormire insieme (nella casa dove si andra’ a vivere) prima del matrimonio

- Vedersi o sentirsi il giorno prima delle nozze

- Offrire agli ospiti confetti in numero pari

- Indossare la fede nuziale in un altro dito che non sia l’anulare della mano sinistra (il lato del cuore)

- Specchiarsi con il vestito da sposa completo prima delle nozze. L’ideale sarebbe di non indossare tutti gli accessori (fermagli, guanti o veli) che corredano il vestito.

PORTA BENE:

- Indossare il giorno del matrimonio un velo usato da una donna durante le sue nozze che al momento vive un matrimonio felice (solitamente la mamma)

- Che lo sposo sollevi in braccio la sposa prima che entri per la prima volta nella loro nuova casa

- Che la sposa lanci il bouquet girata di spalle; il bouquet, pero’, deve essere raccolto solo da donne nubili

-  Le credenze popolari dicono che porti bene trovare un ragno nelle pieghe del vestito …

-  Infine, Sposa bagnata, sposa fortunata …

Tradizione vuole che si presti attenzione anche al giorno della settimana in cui si celebra il matrimonio …

Lunedi’: secondo tradizione, questo giorno porta buona salute, dato che e’ dedicato alla luna, che e’ l’astro e dea delle spose;

martedi’: secondo tradizione, questo giorno porta ricchezza sicura (anche se c’e’ un proverbio che recita "ne’ di venere ne’ di marte ci si sposa ne’ si parte);
mercoledi’: e’ indicato come giorno assai propizio
giovedi’: secondo tradizione e’ da evitare in quanto porta dispiaceri alla sposa;
venerdi’: secondo tradizione e’ il giorno meno indicato perche’ pare porti disgrazia;
sabato: e’ il giorno per antonomasia in cui si celebrano matrimoni, ma le credenze popolari lo indicano come il giorno piu’ sfortunato

Anche per la scelta dei mesi c'e’ un’antica tradizione:

Gennaio: per esempio, e’ mese associato all’affetto, alla fedelta’, alla cordialita’;

febbraio: sembra essere il mese migliore per prendere la fatale decisione; e’ il mese dedito alla vita di coppia e all’amore
marzo: promette sia felicita’ ma anche pene;
aprile: un ottimo mese, promette solo gioia
maggio: assolutamente da evitare ("la sposa maiulina nun si godi la curtina");
giugno: un mese dedicato a Giunone, la dea dell’amore e del matrimonio; gli sposi che scelgono questo mese avranno la fortuna di viaggiare molto, per terra e per mare;
luglio: un mese che annuncia lavoro e sacrifici per guadagnarsi giorno dopo giorno la vita;
agosto: un mese che favorisce cambiamenti;
settembre: un mese che porta allegria e freschezza agli sposi;
ottobre: un mese che pare assicurare poco denaro ma tanto tanto amore;
novembre: assicura felicita’;
la neve di dicembre si posa sulla coppia, garantedole amore eterno.

Sarebbe un gesto bello e propizio quello di offrire alla sposa una spiga di grano. Questo dono dovrebbe essere fatto dallo sposo alla fine del rito per sottolineare la somiglianza tra la terra e la donna.

Come la terra germoglia dopo aver ricevuto i chicchi di grano, cosi’ alla donna viene affidato con il matrimonio il grande compito di perpetuare la vita.

 

Una novita’ liturgica: dal 2004 e’ cambiata la frase del rito del matrimonio: da "prendo te" e’ divenuta "accolgo te".